top of page

Come sopravvivere in un gruppo: guida per cantanti


Una delle difficoltà maggiori che si incontrano quando si entra nel mondo della musica è la vita all'interno della propria band musicale. Questo problema a volte arriva ad essere talmente stressante da portare alcuni artisti a lasciare la musica per dedicarsi ad altro.

Non c'è musicista che non abbia avuto esperienze negative o addirittura devastanti in questo senso, ma il cantante è la figura che ne risente di più arrivando a dubitare di se stesso e delle proprie capacità.

Ecco perchè voglio dare alcune dritte proprio ai cantanti in modo tale che riescano a tener testa a queste situazioni.


IL CANTANTE HA IL RUOLO DI MAGGIOR RESPONSABILITA'

Ogni membro all'interno del gruppo ha il suo ruolo, non solo a livello musicale, ma nei confronti del pubblico. Il cantante è il frontman, la figura che il pubblico prende come riferimento. Questo comporta che OGNI SBAGLIO VIENE ATTRIBUITO AL CANTANTE.

Per questa ragione, il cantante ha un' oggettiva responsabilità in più rispetto al resto del gruppo e deve comportarsi di conseguenza e agire nel gruppo con la giusta fermezza.


Ecco alcune cose che il cantante deve tener presente se vuole sopravvivere in un gruppo:

1. Se la tonalità del brano non è adatta alla voce / alla tecnica / al sentire del cantante DEVE essere cambiata. Vi svelerò questo segreto: la maggior parte dei musicisti sono pigri e non vogliono cambiare la tonalità dei brani per non fare fatica. Ricorda a te e a tutto il gruppo che se la voce si trova male su un brano o su una tonalità l'esibizione sarà inevitabilmente scadente e renderà inutile il lavoro di tutto il gruppo. Ciò non toglie che sia sempre meglio cercare di non spostare le tonalità quando non è necessario. Studia una tecnica vocale e delle strategie melodiche che ti permetteranno di spostare la tonalità dei brani solo se davvero necessario. Non è detto che il gruppo apprezzerà lo sforzo, ma tu sarai un cantante migliore.


2. Capita spesso che il cantante debba sforzare la voce perchè il microfono non si sente. Questa cosa NON deve mai succedere. I musicisti tenderanno a dare la colpa alla tua tecnica vocale o cercheranno di ignorare il problema. NON PERMETTERGLIELO. Nella maggior parte dei casi, il chitarrista è troppo alto di volume e non vuole abbassarsi e il batterista non è capace o non vuole suonare più piano e a rimetterci sono i cantanti. Rifiutati di cantante finchè non si trova una soluzione perchè non si può perdere la voce per fare le prove. Fai notare che se non si sente la voce tanto vale che il cantante non ci sia e che facciano quei pezzi senza la voce. O ci si sente tutti o non ha senso. La riuscita dell'esibizione dipende in gran parte da una regolazione giusta dei volumi della band.

.

3. E' essenziale che la scelta del repertorio sia sulle corde del cantante. Non è il cantante che si adatta allo stile del gruppo, ma è il gruppo che trova il cantante giusto per il genere che vuole fare. Ci sono davvero tanti gruppi (che hanno vita breve) in cui il cantante non si trova bene con il repertorio proposto. In questo caso c'è una sola risposta: non è il gruppo / il cantante giusto per quel progetto musicale.


LE RESPONSABILITA' DEL CANTANTE

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità.

E' chiaro che, per farsi rispettare dai musicisti e rispettare il ruolo di responsabilità che l'essere cantante comporta, bisogna imparare alcune cose o non si riuscirà a sopravvivere in nessuna band. Ecco ldue regole fondamentali:


1. Se vuoi avere rispetto dai musicisti devi sapere di cosa si sta parlando.

La maggior parte delle volte, il musicista e il cantante parlano due lingue diverse. Il musicista non rispetta il cantante perchè non conosce la musica e lo considera ignorante. La maggior parte delle volte ha ragione. Al cantante la teoria non serve ( come ai batteristi non serve sapere dell'armonia) ma se vuoi essere rispettato dai musicisti, se vuoi batterti e pretendere che le tonalità dei brani siano cambiate, devi almeno sapere cosa sono le tonalità.

Non vuol dire che devi avere il loro livello di conoscenza teorica, ma sapere quelle poche nozioni di teoria musicale che ti servono a confrontarti con loro. Questo ci porta al punto 2.


2. Non ti limitare alla tecnica vocale. Il cantante è un musicista anche se in modo particolare, quindi più cose sai al di la dell'uso della voce, più riuscirai a sopravvivere in un gruppo. Per esempio impara a regolarti e a montare il microfono da sola. Impara a conoscere gli effetti come il riverbero e il deley e affina il tuo gusto musicale scoprendo come ti piace usarli. Alla fine loro non ti chiedono di attaccargli la chitarra all'amplificazione o di settargli la batteria. Più sai della parte tecnica del gruppo, più riuscirai ad avere rispetto. Impara anche la ritmica e i tempi musicali. In questo modo riuscirai a seguire i loro discorsi e a dire la tua oltre a darti una consapevolezza maggiore su ciò che stai cantando.




Ricordate: I cantanti hanno il ruolo più difficile all'interno del gruppo, un ruolo che la maggior parte dei musicisti non avrebbe il coraggio di intraprendere. Siate saldi in voi stessi, allargate le vostre conoscenze e siate i leader che il vostro gruppo merita tenendo sempre presente che si cresce uno sbaglio alla volta.



Spero che questa piccola guida possa essere stata una risposta ad alcune delle vostre preoccupazioni, ma se hai bisogno di alcuni chiarimenti o vuoi dei consigli direttamente sulla tua situazione scrivimi e ne parleremo insieme.





18 visualizzazioni0 commenti
bottom of page